Coltivare il peperoncino

Coltivare Peperoncini sul balcone 2019

Ed anche quest’anno arriva la primavera e l’inizio della coltivazione sul balcone di peperoncini piccanti. Nel 2019 coltiverò varietà piccantissime unite a classici della nostra amata Italia, un mix ricco di capsaicina!

Vista la recente collaborazione con Plagron, questi peperoncini potranno godere di fertilizzanti di prima classe. Se vi siete persi l’articolo vi lascio il link: Plagron.

Se siete arrivati su questo articolo e cercate soluzioni per infestazioni, malattie o problemi per le piante di peperoncino, vi suggerisco 2 articoli molto approfonditi con foto e rimedi:
Malattie del peperoncino
Parassiti del peperoncino

Le varietà di peperoncino scelte per il 2019 sono :

Servono pochi attrezzi per coltivare il peperoncino sul balcone. A fine articolo trovate l’elenco di quelli che uso io, con un occhio attento al portafoglio.
Attrezzi per Giardinaggio

Terrò aggiornato l’articolo per tutto il ciclo di coltivazione e spero di garantire la Domenica come giorno di pubblicazione per i nuovi contenuti (foto e video).
Sperando di poter ispirare ed aiutare molti di voi nella coltivazione del peperoncino piccante, iniziamo con le prime foto e suggerimenti.
In Caso di domande non esitate a scriverle nei commenti.

Coltivare Peperoncini stagione 2019

Marzo, giorno 20

  • Temperatura diurna: 20°C
  • Temperatura notturna: 10°C
  • Esposizione Sud-Est
  • Vasi: 25 Litri / Pianta
  • Substrato: 50% Terra Plagron all mix, 40%cocco plagron e 10% perlite.
  • Irrigazione: Acqua del rubinetto con ph regolato a 5.8
  • Concime: Plagron Terra Grow

Consigli di coltivazione:

  • Aspettate se la notte non avete modo di coprire le piantine con un telo protettivo. Per non avere pensieri, minime di 13-15 gradi sono le ideali.
  • Dopo il trapianto e l’irrigazione teniamo ben areata la terra in superficie per evitare formazione di muffe o marciume. La notte fa ancora freddo, l’umidità sale tanto ed evitare ristagni è obbligatorio. E’ sufficiente smuovere la terra in superficie per una profondità di circa 2cm e non lasciare acqua nei sottovasi.
  • Utilizzare acqua lasciata riposare almeno 24 ore prima di irrigare. Sembra una cosa molto banale ma non lo è. Previene da diversi problemi durante tutta la coltivazione, senza calcare la pianta cresce meglio! Riempire l’innaffiatoio prima di riporlo è una buona tecnica.
  • Per le piante cresciute da seme il concime in questo periodo non è necessario. Un livello eccessivo di EC potrebbe bruciare le piccole piantine di peperoncino e mandare tutti i nostri sforzi nell’umido. La maggior parte dei substrati a base di terra ha nutrimento per almeno il primo mese delle nuove piantine viste le esigenze di nutrimenti molto limitate. Evitare di concimare in questo momento se sul sacco di terra trovate scritto “fertilized” o un valore di EC superiore a 0.6. Leggere le informazioni sulla confezione di vendita resta sempre la scelta migliore. Scegliere una terra molto concimata non è l’ideale per iniziare con piantine così piccole.
  • Per le piante svernate il concime in questa fase va dato a dosi dimezzate. La pianta dopo la dormita invernale inizia a rivegetare ed avrà molto probabilmente le foglie gialle. Usare metà di quanto riportato sulla confezione di qualsiasi concime intendiate usare.


Chilli Focus 1 Lt – Grow Technology


Prezzo:EUR 7,25 EUR Disponibile
buy now

Foto peperoncini:

Marzo, giorno 29

  • Temperatura diurna: 17°C
  • Temperatura notturna: 8°C
  • Esposizione Sud-Est
  • Vasi: 25 Litri / Pianta
  • Substrato: 50% Terra Plagron all mix, 40%cocco plagron e 10% perlite.
  • Irrigazione: Acqua del rubinetto con ph regolato a 5.8
  • EC del terreno 1,4
  • Concime: Plagron Terra Grow

Consigli di coltivazione:

  • Il colpo di coda “invernale” delle ultime notti ha lasciato praticamente ferme le piantine di peperoncino. Per sicurezza ho coperto il tutto con un telo protettivo al calar del sole.
  • Ho innaffiato con la sola aggiunta di uno stimolatore per radici. Dalla mia esperienza personale posso confermare che un vaso da 25 litri si riempie completamente di radici in 1 mese e mezzo circa. Senza stimolatore circa 3 mesi. Una pianta con radici vitali e ben sviluppate sarà una pianta con una marcia in più durante il periodo di fioritura.
  • NIENTE FERTILIZZANTI.

Plagron Power Roots 100ml


Prezzo:EUR 13,00 EUR Disponibile
buy now

Foto peperoncini:

Aprile, giorno 13

  • Temperatura diurna: 15°C
  • Temperatura notturna: 7°C
  • Esposizione Sud-Est
  • Vasi: 25 Litri / Pianta
  • Substrato: 50% Terra Plagron all mix, 40%cocco plagron e 10% perlite.
  • Irrigazione: Acqua del rubinetto con ph regolato a 5.8
  • EC del terreno 1,3
  • Concime: Plagron Terra Grow

Consigli di coltivazione:

  • Il freddo non molla, ho coperto il tutto con un telo protettivo fino a miglioramento previsto non prima di 7 giorni.
  • Ho inumidito la superficie del terriccio con uno spruzzino a pressione molto pratico anche per nebulizzare sulle foglie degli antiparassitari. Rispetto a quelli a “pistola” in pochi secondi nebulizzo 3 metri di “prato di foglie” senza problemi.
  • NIENTE FERTILIZZANTI.
  • Piccolo spazio alle Sedum Palmeti, piante grasse molto resistenti. Sono perenni, ne ghiacciate ne caldo estremo le hanno segnate in questi 3 anni nelle fioriere da ringhiera. Hanno gradito la prima concimazione e mi hanno restituito una fioritura intensa.

Foto peperoncini e di sedum palmeti:


Attrezzi per Giardinaggio







Articoli Simili

2 Commenti

    1. Ciao e soprattutto buona Pasqua.
      Purtroppo il freddo tardivo è sempre un problema. Ora dovrebbe essere finito del tutto e la piantine superstiti inizieranno a crescere bene se non hanno altri problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close