Coltivare il peperoncino

Grow Box per coltivazione indoor


Con l’avvicinarsi dei mesi freddi diversi utenti del gruppo Facebook  mi hanno chiesto di spiegare più nel dettaglio come allestire una grow box per coltivazione indoor del peperoncino.

Questa guida è rivolta a chiunque voglia coltivare in casa il peperoncino o qualsiasi altra pianta a piacimento. L’attrezzatura necessaria non cambia.

Avevo già parlato di come coltivare peperoncini in una grow box ma mi ero fermato alla germinazione e inizio crescita vegetativa, prima di mettere le piante in vaso all’esterno. Ora invece ci addentreremo più nello specifico con dimensioni, consumi di corrente, aspirazione e ventilazione.

Se volete invece documentarvi su come coltivare il peperoncino nel sito è presente una sezione apposita con articoli molto approfonditi e per tutti i livelli.

Grow Box Coltivazione Indoor (2)
Grow Box Home Box Ambient
Grow Box Coltivazione Indoor (1)
Grow Box home Box Ambient

Come potete vedere dalle immagini sopra, ormai la qualità delle grow box è aumentata tantissimo, acquisendo un bel design e soprattutto qualità nei materiali usati. 

Entriamo nel vivo dell’articolo, di seguito le categorie che tratteremo nello specifico.

Grow Box

In commercio esistono grow box per tutte le tasche ed esigenze. Diciamo per una da 1m x 1x la spesa si aggira dalle 60-70€ alle 200€.

Io consiglio di spendere i soldi una volta sola e di farlo bene, per evitare l’anno successivo di trovarsi la struttura arrugginita, il telo strappato, rovinato o con la cerniera rotta. Questo vuol dire spendere male e spendere 2 volte. (io per primo ho rimpianto soldi buttati in attrezzatura che mi sono trovato arrugginita dopo poco). 

Quello che bisogna pensare è che andremo a spruzzare acqua nebulizzandola. In presenza di climi secchi magari anche un umidificatore per le prime settimane che porta l’umidità ad oltre 80-90% in alcuni casi ed inzuppa il tessuto e tutto quello che è contenuto nella grow box. Tutto questo rovina l’attrezzatura contenuta all’interno, quindi puntare su materiali validi sin da subito eviterà soldi ed ore nello smontaggio e montaggio del nuovo.

Quale Grow Box comprare?

Se avete la possibilità di investire, in assoluto senza ombra di dubbio le migliori grow box sono quella della Home Box (quelle delle immagini poco sopra).

Materiali spettacolari, ottimizzazione dei fori di areazione, spessore e peso danno subito l’impressione della qualità assoluta dei prodotti di questa casa. Si possono trovare in molte misure, anche a più ripiani per coltivare anche basilico o altre erbe da cucina senza occupare troppo spazio.

Grow Box materiali
Particolari Grow Box home Box

Come detto prima la qualità si paga,  vi lascio il link alla pagina Amazon dove poterla guardare se siete curiosi o magari rifletterci sopra per un acquisto futuro che durerà per anni senza problemi.

Ok ma, se il budget è limitato?

Purtroppo spesso ci si trova a fare i conti con il portafogli e questo porta a dover trovare dei compromessi. Non per questo non possiamo procurarci una grow box economica che ci permetta di coltivare le nostre piante.

grow box coltivazione economica

Questa è un ottimo compromesso, si trova in moltissime dimensioni e nella misura 100×100 costa circa 75€. Non è certo la più economica ma con 15-20€ in meno si comprano veramente prodotti scadenti che sconsiglio (luce che passa dal tessuto, cerniere che si inceppano e telaio che si arrugginisce).

Illuminazione

Questo è forse l’investimento più mirato da fare a seconda delle proprie possibilità. Chi più spende in questo più raccoglie, inutile girarci attorno.

Ci sono 2 scelte ad oggi veramente valide sul mercato: le classiche HPS, con consumi che vanno dai 250 ai 1000 Watt e soluzioni a basso consumo che possiamo generalizzare come “lampade a led“che vanno dai 50 ai 600 Watt.

Le lampade HPS sono meno costose delle lampade a LED ma necessitano di riflettori ed alimentatori. Sommando tutti questi 3 accessori, il prezzo è molto simile ai LED e quindi consiglio un’attenta riflessione prima di fare la spesa. In poche parole: resa buona ma molto calore generato o poco meno resa ma calore sotto controllo e possibilità di usare la grow box anche nei mesi più caldi.

grow box alimentatore riflettore
Alimentatore e riflettore per HPS

A parità di “Luce generata” la resa di una HPS e di un buon LED sono molto simili, ma la cosa che cambia è il consumo di corrente…e di bolletta di conseguenza.

Un LED di ultima generazione (vedi foto sotto) ha una resa molto superiore ad una lampada HPS classica. Questo in parole povere vuol dire che a parità di luce generata il consumo reale di corrente è inferiore, anche di molto se si compra un prodotto di prima qualità con LED di ultima generazione con uno spettro di luce molto simile a quello del sole.

In conclusione la scelta tra le 2 tecnologie deve essere chiara prima di fare la spesa. Cambiare in corsa comporterebbe una spesa attorno alle 300€, non proprio noccioline.

Il mio consiglio è di comprare un buon LED. Come per la grow box, chi meglio spende meno spende. L’investimento iniziale più alto si ammortizza in un anno di bollette elettriche e soprattutto non è richiesta manutenzione ne sostituzione di lampade come nelle HPS, circa 1 ogni anno (costo 50€).

grow box lampada hps
Lampda HPS coltivazione
grow box lampada led
Lampada Led coltivazione

Aspirazione

L’aspirazione è un’altro fattore da tenere in considerazione senza passare in secondo piano. Senza una buona aspirazione la coltivazione avrà problemi di umidità e di mancanza di aspirazione di aria fresca per le nostre piante.

In commercio esistono molti aspiratori ma consiglio, sempre per una grow box da 100×100, di puntare non meno di 250mq/h di portata. Con questo valore avremo un ottimo ricircolo d’aria e non si creeranno problemi legati a questo aspetto.

Esistono kit già pronti e comodi con aspiratore tubazioni e raccordi..

aspirazione grow box
Kit aspirazione grow box

Ventilazione

Ventilazione…forse la cosa più trascurata che porta a brutti fallimenti. 

Non c’è molto da dire in questo argomento. Una buona ventilazione assicura uno spostamento d’aria che andrà ad evitare ristagni di umidità e soprattutto simulerà il normale vento naturale, senza il quale i rami non avranno vigore e resteranno piccoli e poco produttivi di conseguenza.

Vasi

Sui vasi ho scritto un interessante articolo dove tratto i vari tipi di vasi presenti oggi in commercio. Dai “ventilati” a quelli di tessuto.

Leggi l’articolo Scegliere il vaso per il peperoncino.

Aumentare resa

Anche per questo argomento vi consiglio un articolo scritto qualche mese fa su un ottimo prodotto che garantisce risultati ottimi.

Leggi l’articolo Come velocizzare la maturazione dei peperoncini piccanti.

Conclusioni

Come sicuramente avrete capito, coltivare in una grow box non è certo una spesa da pochi euro in certi casi. La passione e la voglia di dilettarsi nella coltivazione in una grow box però a certe persone basta per giustificare un investimento che assicura inverni con giornate impegnate a curare le proprie piante anche quando fuori magari ci sono -5 gradi o nevica.


Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Close
Close

Utilizzando il sito accetti l'uso dei cookie. I cookie sono utili per migliorare la tua esperienza di navigazione e per aiutarci migliorare il nostro sito. Per maggiori dettagli consulta la cookie policy. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi